PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

VENERDI 21/1
► ore 21.30

SABATO 22/1
► ore 17.50

● CANDIDATO ALL'OSCAR 2021
COME MIGLIOR FILM STRANIERO

BETTER DAYS

PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

DOMENICA 23/1
► ore 18.30
● ALLA PRESENZA DEL REGISTA DANIELE GAGLIANONE

IL TEMPO RIMASTO


VENERDI 21/1
► ore 15.00

SABATO 22/1
► ore 16.00

DOMENICA 23/1
► ore 16.15

LA SIGNORA DELLE ROSE


VENERDI 21/1
► ore 18.00

SABATO 22/1
► ore 21.30

DOMENICA 23/1
► ore 21.00

FRANCE

PRIMA VISIONE

VENERDI 21/1
► ore 20.15

SABATO 22/1
► ore 20.15

DOMENICA 23/1
► ore 15.00

LA CROCIATA

PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

VENERDI 21/1
► ore 16.50

SABATO 22/1
► ore 14.45

IL RITRATTO INTIMO E IRONICO DI LAWRENCE FERLINGHETTI

LAWRENCE

previous arrow
next arrow
Slider
NAZRA PALESTINE FILM FESTIVAL

GIOVEDI 02/12 
► ore 21.00
 
● I CORTOMETRAGGI PREMIATI ALLA IV EDIZIONE

I vincitori della IV° edizione Premio “Best Fiction”:
THE PRESENT di Farah Nabulsi Per aver saputo raccontare un tema non nuovo –gli effetti dell’occupazione israeliana sulla vita quotidiana dei palestinesi, con una forza espressiva che promana dai più piccoli dettagli e dall’incalzante colonna sonora in una tensione narrativa che inchioda lo spettatore dentro  la gabbia-check-point approdando ad un finale vibrante ed inatteso.
Premio “Best Documentary” TEARS OF ROSES di Emad Abdulrahman Per il coraggio e l’intensità emotiva con cui viene raccontata l’occupazione israeliana sin nelle pieghe della quotidianeità, attraverso lo sguardo e le parole di donne di Gaza che nonostante le ferite, continuano ad impegnarsi nel lavoro e nella vita privata per tessere rapporti e relazioni che permettono loro di restare umane.
 
Vittorio Arrigoni Prize GAZA FOOTBALLET di Iyad Alasttal Palestina. Nel giugno 2019, una squadra di calciatori amputati di Gaza è stata accolta in Francia per incontri amichevoli con la squadra amputata di calcio francese. Iyad Alasttal ha seguito con la sua videocamera la squadra nei suoi preparativi a Gaza e durante i suoi viaggi ad Ajaccio, Aubagne, Gardanne, Annecy e Martigues realizzando così su questo tour un film documentario
 Menzione “Vik Utopia” HAJEZ, miglior film Per la capacità di cambiare registro, colori e prospettiva, per la costruzione delle inquadrature che sembrano tableaux vivant, e per un eccezionale sound-design che mostra come la vita di una famiglia e di un intero popolo possa essere stravolta in un secondo rendendo il dramma individuale Storia.
 Menzione MARIAM miglior sperimentale Corto d’animazione poetico ed elegante sulla resistenza culturale che celebra il legame tra ricamo e radici in un omaggio contemporaneo a Leila Shahid secondo cui “Ogni volta che infili l’ago nel tessuto hai l’impressione di riannodarti a qualcosa”.

 

 

PARTNERS 

 

Privacy Policy