MERCOLEDI 01/12
► ore 21.15

ALLA PRESENZA DELL'ATTORE STEFANO DEFFENU

● FILM DELLA CRITICA SNCCI
PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

I GIGANTI

GIOVEDI 02/12
► ore 19.30

VENERDI 03/12
► ore 21.30*
ALLA PRESENZA DEL REGISTA ALESSIO RIGO DE RIGHI

SABATO 04/12
► ore 18.15

DOMENICA 05/12
► ore 19.30

● ANNECY CINÉMA ITALIEN: MIGLIOR FILM
● FILM DELLA CRITICA SNCCI
● SELEZIONATO ALLA 52. QUINZAINE DES RÉALISATEURS (CANNES 2021)

PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

RE GRANCHIO

SABATO 04/12
► ore 21.00

DOMENICA 05/12
► ore 16.00 ► ore 21.00

LUNEDI 06/12
► ore 16.00 ► ore 21.00

MARTEDI 07/12
► ore 16.00 ► ore 21.00

MERCOLEDI 08/12
► ore 10.30 ► ore 16.00
► ore 21.00

LE PROIEZIONI VERRANNO INTRODOTTE DAL REGISTA ANDREA DALPIAN
E DAI RESPONSABILI
DEL CENTRO TUTELA FAUNA MONTE ADONE

IL CONTATTO

previous arrow
next arrow
Slider
NON CADRA' PIU' LA NEVE
 
 
VENERDI 12/11 
► ore 21.30

SABATO 13/11 
► ore 18.15

DOMENICA 14/11 
► ore 20.45
 
PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA
● IN CONCORSO ALLA 77. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA
 
Regia: Céline Sciamma
Attori: Joséphine Sanz - Nelly, Gabrielle Sanz - Marion, Nina Meurisse - Madre,
Stéphane Varupenne - Padre, Margot Abascal - Nonna
Sceneggiatura: Céline Sciamma
Fotografia: Claire Mathon
Musiche: Para One
Montaggio: Julien Lacheray
Scenografia: Lionel Brison
Suono: Julien Sicart, Valérie De Loof, Daniel Sobrino
Durata: 72'
Colore: C
Genere: DRAMMATICO
Specifiche tecniche: (1:1.85)
Produzione: BÉNÉDICTE COUVREUR PER LILIES FILMS, IN COPRODUZIONE CON FRANCE 3 CINÉMA
Distribuzione: TEODORA FILM E MUBI

 

"UN FILM MAGICO E VISIVAMENTE ISPIRATO CHE RIFLETTE SULL’INDIVIDUO E LA SOCIETÀ, SUL CORPO E LO SPIRITO" (MYmovies)

 

Un massaggiatore dell'Est irrompe nella vita di una inaccessibile comunità di ricchi personaggi che, nonostante il loro benessere sono tristi e pieni di desiderio. Con le sue mani, il misterioso nuovo arrivato li guarisce, i suoi occhi sembrano penetrare nelle loro anime e il suo accento russo suona come una canzone del passato, un ricordo della loro infanzia, apparentemente, più sicura. Zhenia, questo è il suo nome, di fatto cambia le loro vite...

"il film riguarda il bisogno di spiritualità. È percepibile l’arrivo di una nuova era. Stiamo transitando da un capitalismo aggressivo ed una graduale distruzione del nostro pianeta ad una più grande consapevolezza di ciò che ci ha spinto fino a qui. Abbiamo inoltre un urgente bisogno di andare più a fondo dentro noi stessi" (La regista Malgorzata Szumowska)
"Potrebbe sembrare Teorema di Pasolini, ma invece è il suo opposto. Lui non appare per tentarli, ma vuole essere il supereroe. La salvezza, per Szumowska ed Englert, passa attraverso il contatto, quando oramai ovunque si raccomanda la lontananza. Siamo sospesi tra materialismo e spiritualità, in una storia di domande senza risposta. L’inconscio è rappresentato da tonalità scure, la realtà ha colori luminosi. Ma sembra una provocazione, un ribaltamento dei canoni." (Gian Luca Pisacane)

 

 

PARTNERS 

 

Privacy Policy